QUANDO COLTIVIAMO NON SIAMO MAI SOLI

LE FORZE VITALI VISIBILI E NON VISIBILI NELLA NATURA:
QUANDO COLTIVIAMO NON SIAMO MAI SOLI

Venerdì 2 Dicembre 2016
dalle 14,00 alle 19:00
Presso la sede della Fondazione LE MADRI a Rolo (RE), via Porto 4

Quando coltiviamo il nostro orto e ci prendiamo cura delle piante stiamo interagendo con lo Spirito della Natura. Le piante sono vive e molto spesso abbiamo la sensazione di non essere soli. La Natura ci sta parlando ma non abbiamo le “orecchie giuste” per ascoltarla. Agiscono tra le piante forze visibili e forze non visibili che costantemente ci aiutano.  Osserveremo l’agricoltura da un altro punto di vista. Occorre capire come agiscono i principi di crescita e di maturazione delle piante per avere piante sane e cibi salubri. È importante comprendere i princìpi materiali e spirituali che concorrono alla crescita delle piante attraverso una concreta Scienza dello Spirito.

Attraverso l’Antroposofia impareremo ad ascoltare e ad osservare con nuovi strumenti, poiché coltivare è bello, piacevole e divertente. Prendersi cura delle piante ci da gioia e ci fa rilassare, occorre però essere coscienti, svegli ed essere carichi d’entusiasmo e voglia di vivere in armonia con le forze viventi della Natura.

Obiettivo del corso: fornire ai partecipanti una visione ampliata e cosciente della Natura per facilitare la comprensione degli esseri viventi e della coltivazione delle piante. Il seminario è rivolto a tutti, a chi ama la Natura e a chi è su un percorso di autoconoscenza.

Le forze vitali visibili e non visibili nella natura venerdi 2 dicembre 2016

Contenuti del corso:

  • Diversi modi di osservare la natura, e i diversi corpi fisici e sovrasensibili che costituiscono la pianta
  • Le forze eteriche viventi che entrano in azione nell’organismo agricolo biodinamico
  • Gli esseri elementari della natura e le forze fisiche corrispondenti
  • Come entrare in sintonia attraverso il proprio lavoro con le forze naturali nel ciclo dell’anno
  • Microcosmo e Macrocosmo: l’interazione delle entità sovrasensibili e loro effetto sul mondo vegetale
  • La coltivazione come mezzo di crescita della natura e dell’essere umano
  • Esercizi pratici per aumentare la propria sensibilità nei confronti delle forze naturali e migliorare la qualità del proprio lavoro

Cose da portare: carta, penna, ottimismo e tanto buon umore.

Relatori:
Paolo Pistis, tecnico agricolo consulente per l’agricoltura biodinamica – Ferrara
Elena Zaramella, progettista di organismi agricoli biodinamici – Padova

Il corso è a numero chiuso ed è quindi importante iscriversi per tempo.

La puntualità è cosa gradita. Non sono ammessi partecipanti a lezioni singole.

Ci sarà una parte teorica ed una parte pratica.

Il corso è a porte chiuse, e si svolgerà dalle ore 14,00 alle 19,00.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *