Cereali biodinamici

parcella-sperimentale-frumento-biodinamico-blog-paolopistis

Finalmente le pioggie sono terminate ma occorre ancora un po’ di tempo prima di poter dare il cornosilice (preparato 501) al frumento, al farro e all’orzo. Bisogna comunque aspettare diversi giorni perchè la terra si asciughi prima di poter entrare con qualsiasi mezzo e iniziare le cure dei cereali biodinamici. È importante considerare che l’ inverno caldo e le piogge prolungate hanno fatto crescere in maniera esagerata la parte aerea del cereale. inoltre l’apparato radicale non ha potuto svilupparsi molto in profondità soprattutto in quei terreni troppo inzuppati d’acqua. Chi non è riuscito a dare il preparato 501 tra la terza e la quarta foglia deve poter dare il 501 appena possibile per favorire l’entrata della luce nella pianta e favorire lo sviluppo della cellulosa che servirà alla pianta per essere più resistente al fenomeno dell’allettamento. È consigliato all’inizio della dinamizzazione del cornosilice poter mettere 100 ml di decotto di equiseto ogni 30 l di preparato biodinamico. In questo modo ridurremo anche la possibilità di sviluppo di muffe e batteri durante la fase di levata del cereale. Sarà importante irrorare il preparato 501 di mattina quando la pianta è bagnata di rugiada in giorni con un impulso di calore-frutti. Naturalmente la cosa più importante è che sia una giornata di sole luminosa e senza vento. Magari con un po’ di fortuna potremmo organizzarci per irrorarlo quando la luna è nella costellazione del leone (14-15 marzo 2014). Andremo così ad aumentare le rese ed il peso specifico oltre ad ottenere della semente molto fertile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *