Partire con il piede giusto

È importante, quando si inizia un nuovo ciclo colturale e quando diamo inizio ad una nuova annata agraria, avvantaggiarsi il più possibile con le cose da fare. Spesso infatti capita di partire in ritardo con molti lavori e spesso, nell’attività agricola, è facile rimanere indietro.
Il rischio di lavorare con affanno, fretta e ansia è alto. Si rincorrono le varie attività e non si ha quella soddisfazione dei lavori compiuti per tempo e ben fatti.
Pertanto è importante distinguere le priorità dei lavori e non perdere tempo prezioso. In queste giornate invernali si possono organizzare e pianificare i lavori primaverili e quelli estivi. Quando arriverà la primavera e il bel tempo la frase più ricorrente sarà: “Non c’è tempo…”
La soluzione più semplice è quella di farsi aiutare da altre persone nei lavori, di costruire relazioni, condivisioni e vita sociale. Ciò permette di avere delle visioni più ampie e più forze lavorative. Possiamo imparare anche a rinunciare ad alcuni lavori pur di mandarne avanti altri che hanno alta priorità.
Pianifichiamo bene i momenti in cui dare i preparati biodinamici, procuriamoci per tempo le scorte del materiale che ci serve, controlliamo di avere delle buone attrezzature pronte all’uso.
E’ importante anche avere le sementi pronte e ben conservate.
Chi parte con il piede giusto è più facilitato a godersi uno dei lavori più belli del mondo che è quello di produrre cibo sano per altri uomini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *