Il fiore come energia di forma e colore

I fiori hanno un ruolo molto importante nell’organismo agricolo biodinamico. Non solo i fiori delle coltivazioni ma anche quelli di piante spontanee, ornamentali, arbusti ed alberi.
Il fiore, rispetto alla foglia e alla radice, rappresenta la parte perfetta e più completa della pianta. Troveremo nel fiore, nella maggior parte dei casi,  geometria, proporzioni, colori, luce, in una sola parola bellezza, in misura maggiore rispetto alle altre parti vegetali.
Il fiore é luce concentrata. Nel fiore la luce trova un punto materiale di espressione.
È un processo di smaterializzazione del duro elemento terrestre che diventa profumo e colore.
È molto importante introdurre nelle coltivazioni biodinamiche dei fiori, non per romanticheria, ma per portare importanti energie vitali su tutto l’ecosistema che coinvolgeranno anche gli animali e gli esseri umani.
I fiori hanno la capacità di captare le radiazioni cosmiche così come il nostro naso è in grado di captare gli odori. Da loro partono correnti di luce eterica che arrivano ai pianeti e oltre creando particolari corridoi di flusso energetico verso la terra.
È molto bello poter avere dei fiori vicino a casa, nell’orto, nel giardino ma anche nel frutteto, nel vigneto e in qualsiasi altro luogo.
I fiori si possono ammirare, annusare, regalare e in alcuni casi mangiare, ma possiamo anche utilizzare i fiori per migliorare il proprio stato d’animo apprezzando i loro colori.
Il fiore dura molto poco rispetto al’intera pianta, ma in questo breve tempo ha la capacità di trasmettere forti sensazioni all’anima umana. Per cui è molto importante in momenti difficili, tristi, di insoddisfazione, ansia etc.  trovare un contatto vivente con il colore dei fiori.
Nell’orto giardino terapia biodinamica è possibile apprendere delle  tecniche per raggiungere stati di equilibrio per il proprio benessere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *