Calore siccità e luce : cosa fare?

Calore, siccità e luce sono tre processi naturali ben distinti a cui la pianta reagisce in modi diversi.
Il calore contribuisce ad un forte processo di espansione nello spazio della pianta che tenderà a crescere. Questa crescita è legata ai processi del calcare.
Ciò è molto importante, ma esistono dei punti limite sia per le basse che per le alte temperature (molte piante vanno in blocco vegetativo oltre i 35°-36°). Il fenomeno delle alte temperature generalmente non costituisce un danno se rimane entro certi limiti. La situazione diventa grave quando si surriscaldano le radici come può succedere nei vasi al sole o nelle serre dove bisongerà adottare dei rimedi.
La siccità, quindi la mancanza d’acqua alle radici, contribuisce invece ad un’azione di contrazione della pianta e ad una maggior differenziazione in gemme a fiore o come nel caso delle lattughe ad una precoce montata a seme.
Una lieve siccità favorisce la crescita degli apparati radicali in profondità, una siccità molto intensa porta al progressivo appassimento fino al disseccamento della pianta.
La luce è estremamente importante per la formazione della sostanza. Le piante assorbono la luce e lavorano per la creazione di nuova materia. La luce però può ustionare e scottare dove si concentra in quantità eccessiva. In questi punti si creano delle abrasioni più o meno visibili da cui partono poi delle infezioni con l’umidità delle piogge successive o anche solamente della rugiada.
La pianta reagisce sviluppando pigmenti resistenti alle forti radiazioni solari creando foglie più verdi, tessuti coriacei e ricchi di silice.
Quando però calore, luce e siccità coincidono allora la pianta adotta dei sistemi strategici nel regolare tutti i flussi ascedenti e discendenti assorbendo quando serve i composti calcarei e quando serve i composti silicei.
Per facilitare le piante in questo processo possiamo utilizzare il preparato biodinamico cornoargilla che potrà essere dinamizzato e irrorato verso sera direttamente sulle piante oppure, nel caso ci sia la possibilità di irrigare e quindi di avere il suolo umido anche con la siccità, andrà dinamizzato assieme al preparato biodinamico 500k e irrorato al suolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *