Aprire la terra alla fertilità

dinamizzare-con-la-mano-blog-paolopistis

La fertilità del suolo proviene da forze cosmiche ed in particolare dal sole. Nei giorni invernali le giornate sono più corte e le ore di luce sono poche. Può accadere inoltre che il cielo coperto faccia diminuire ancor di più il quantitativo di luce. Ciò provoca un indebolimento del mondo vegetale oltre che degli esseri umani.
È importante poter portare della luce eterica alle piante. Un modo semplice per poterlo fare è utilizzare il preparato biodinamico corno-silicio-zolfo. Va utilizzato allo stesso modo del corno silice. La dose è dai 2 ai 4 grammi per 30 litri d’acqua.
La particolarità è che oltre ad essere spruzzato nebulizzato sulle piante lo si può spruzzare anche al suolo.
Ne giova anche la flora microbiologica superficiale. Durante la stagione invernale, se spruzzato sugli alberi da frutto, bisogna dirigerlo maggiormente sui rami più fini e sulle gemme, naturalmente dopo le potature. Aiuta a rendere più forti le piante e riduce le marcescenze e le infezioni batteriche del legno. Il silicio e lo zolfo infatti sono due sostanze che portano luce e calore. Il preparato va dinamizzato in acqua tiepida per un’ora in giorni di frutti o fiori, possibilmente di mattina in giornate di bel tempo con assenza di vento.
Spruzzato nell’orto su cavoli, radicchi e porri aiuta ad aumentare i sapori e la fotosintesi clorofilliana favorendo la conservabilità. Questo preparato agisce maggiormente se il suolo ha ricevuto in precedenza il preparato corno letame.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *