Dopo il freddo

Le piante soffrono non solo le temperature troppo basse, ma anche lo sbalzo termico molto accentuato. Possiamo misurare le grandi escursioni termiche prendendo in considerazione le temperature notturne minime e quelle diurne massime. Il suolo in questo momento non si è ancora scaldato per cui nonostante l’aria durante il giorno si scaldi di notte non c’è permanenza del calore nel sottosuolo. Possiamo aiutare le piante ad assorbire il poco calore che c’è durante il giorno attraverso l’impiego di propoli ed oli essenziali. Le piante non assorbono solamente il calore fisico ma anche il calore eterico/vitale.

Si procede in questo modo per 1q di acqua :

– 300 ml di propoli idroalcolico biologico di ottima qualità
– 50 gocce di olio essenziale puro al 100% di rosmarino biologico
-5 cucchiai di argilla verde ventilata

Mescoliamo olio essenziale e propoli in 5 cucchiai di argilla e poi versiamo il tutto nell’acqua e mescoliamo per 5-10 minuti. Irroriamo la sera tardi in previsione dell’abbassamento termico o dopo una grandinata o comunque quando prevediamo un repentino abbassamento delle temperature. Questo può succedere fino ai primi di giugno. Questa miscela va bene per viti, ortaggi e alberi da frutto. Inoltre ha un’azione disinfettante.

7 pensieri su “Dopo il freddo

  1. Antonio

    Ciao Paolo, sono Antonio. C’è un motivo per cui si usa il rosmarino? Hai fatto qualche studio su questa pianta?

    Ti ringrazio molto

    Rispondi
    1. admin Autore articolo

      Sì ho fatto studi ma altri ne hanno fatti molti più di me. È una pianta tra le più potenti nel condensare l’etere del calore.

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *